Vespa Club "Rane Vagabonde" Vigevano

Ranae vagantes liberis paludibus clamore magno regem petiere ab Iove

In primo piano:
Sono ripartite le iscrizioni al Vespa Club d'Italia.
Compilate il modulo in "ISCRIZIONE ONLINE" qui sotto
Prossimo evento:
Sabato 28 ottobre gita ad Agliano d'Asti con degustazione vino e pranzo in agriturismo.
Gratuita per i primi 25 soci che daranno conferma

26 luglio: Valle Antrona e Lago Cavalli

Pubblicato 27-07-2015
Categoria viaggi

Foto
Però, anche in sei ci siamo divertiti parecchio e abbiamo potuto visitare dei posti spettacolari, dove l’acqua ha un colore di un verde smeraldo quasi irreale.
Siamo partiti di buona mattina raggruppandoci nei soliti ritrovi che organizziamo quando ci dirigiamo sul versante piemontese e l’arietta frizzantina di primo mattino ci ha fatto ben sperare dopo la calura patita nei giorni precedenti. Diciamo, però, che è stata una pura illusione, perché si, si stava bene, ma il clima non era freschissimo.
Ce la siamo presa con comodo, tanto nessuno ci correva dietro e abbiamo fatto la nostra solita pausa caffè in salita oltre ad un’altra pausa per le compere dell’ultimo minuto per chi non aveva con sé il necessario per il picnic.
Dovevamo raggiungere la Valle Antrona partendo dalla Val d’Ossola e lì avremmo gustato il nostro pranzo in compagnia per poi raggiungere in un secondo tempo il Lago Cavalli.
Tutto è andato a dovere, anzi grazie a Claudio abbiamo anche fatto qualche bella stradina alternativa e tortuosa in mezzo ai boschi e per l’ora di pranzo eravamo bellamente sdraiati su un costone roccioso a picco sul lago, il primo dei due che volevamo visitare, nella zona di Cheggio.
Relax, due fette di salame con il pane, qualche dolcetto condiviso…e peccato che mancavano i bicchieri per il vino! Ma, nessun problema, al primo bar ce li siamo fatti regalare e abbiamo rimandato il nostro brindisi al Lago Cavalli. La strada per raggiungerlo era bella piena di tornanti (allegramente fatti all’incontrario dopo il vinello degustato sulla cima). Non ci siamo trattenuti moltissimo perché tirava un vento molto forte, cominciavano a far capolino delle nubi un po’ dubbie ed era già pomeriggio inoltrato.
Così, si è deciso di ripartire e a questo punto ci siamo posti come obiettivo un bel gelato alle 17.00…qui è entrato in campo il nostro "gps umano" Andrea, che alle 17.00 in punto ci ha fatto fermare ad Orta San Giulio per il break concordato.
Bene, assunto per la prossima gara di regolarità direi!
Ora ci si saluta per la pausa estiva anche se qualche gita la si farà lo stesso con chi non è partito per le vacanze.
D’altronde anche i nostri giri alla riscoperta di mete particolari sono pur sempre vacanze fatte a piccole rate!