Vespa Club "Rane Vagabonde" Vigevano

Ranae vagantes liberis paludibus clamore magno regem petiere ab Iove

In primo piano:
Sono ripartite le iscrizioni al Vespa Club d'Italia.
Compilate il modulo in "ISCRIZIONE ONLINE" qui sotto
Prossimo evento:
Sabato 28 ottobre gita ad Agliano d'Asti con degustazione vino e pranzo in agriturismo.
Gratuita per i primi 25 soci che daranno conferma

5 ottobre pranzo da Oliviero in Valsesia

Pubblicato 06-10-2014
Categoria viaggi

Foto
Non poteva concludersi meglio di così la stagione, con un succulento pranzo in Valsesia, in quel di Casavei. Il calore della stufa a legna e quello della buona compagnia hanno reso tutto piu' bello.
Siamo anche stati fortunati, i gufoni davano pioggia ma qualche goccia, peraltro durante il pranzo, non ci ha certo spaventati.
Partiti alla spicciolata con ritrovi a Vigevano e Trecate, abbiamo tagliato fuori Novara per dirigerci verso Romagnano e Borgosesia. Oramai vespisti provetti e pronti a tutto, ci siamo "bardati" ben bene. Dopo la piacevole sosta al bellissimo bar anni ' 50 lungo la strada, l'aria piacevolmente fresca si è fatta decisamente fresca passata Quarona e iniziata la salita che ci ha portati a circa 900 metri di altezza, appunto, all' agriturismo di Oliviero.
In attesa del resto della nutrita compagnia proveniente da Ferrera Erbognone e da Trecate, ci siamo avvicinati alle due cavalle, una fulva e l'altra bianca, che pascolavano nel recinto attiguo, dando un tocco direi romantico al luogo. Ma già qualcuno alzava i bicchieri per un brindisi nell'immimenza del pranzo.
I soliti ottimi antipasti, le erbette nella ricotta e nel risotto, la "sorpresa" dei porcini con patate e con la tenera carne a km 0 oltre a tutto il resto, ovviamente, inclusi dolce caffe' grappa e zuccherini spiritosi (perche' intinti nell'alcool...) di vari gusti. 
Niente da dire anche volendo fare i difficili, ogni volta e' una delizia per il palato.
Al posto dell'impossibile pennichella del dopo pranzo, abbiamo optato per una salutare e quanto mai opportuna passeggiata nei dintorni, raccogliendo qualche castagna e qualche ispido riccio, segni inequivocabili dell' autunno.
Sulla strada del ritorno ci ha accompagnati qualche raggio di sole, ma il rientro quasi al buio stanchi ma soddisfatti ci ha sicuramente fatto intuire che finendo inevitabilmente questa stagione si accende l'immaginazione e trepita l'attesa per la prossima.
Don' t worry, we'll back soon!