Vespa Club "Rane Vagabonde" Vigevano

Ranae vagantes liberis paludibus clamore magno regem petiere ab Iove

In primo piano:
Sono ripartite le iscrizioni al Vespa Club d'Italia.
Compilate il modulo in "ISCRIZIONE ONLINE" qui sotto
Prossimo evento:
Sabato 28 ottobre gita ad Agliano d'Asti con degustazione vino e pranzo in agriturismo.
Gratuita per i primi 25 soci che daranno conferma

17 agosto: le "Terre Ballerine" a Montalto Dora

Pubblicato 18-08-2014
Categoria viaggi

Foto
Si tratta delle “Terre Ballerine”, così denominate perché qui il terreno è elastico come un materasso di gomma e saltandoci sopra gli alberi circostanti si muovono a tempo. Il sito si trova, infatti, su una torbiera e la particolare conformazione del terreno permette questo strano effetto che lascia sicuramente perplessi coloro che la visitano.
Generalmente, noi non riproponiamo mai le gite già svolte perché esistono così tante zone nuove e singolari da visitare che non ci sembra il caso di tornare nei posti già visitati, ma questa volta abbiamo fatto uno strappo alla regola decidendo di rifare un salto (forse anche più di uno vedendo i filmati) in queste zone così particolari in cui eravamo stati nell'agosto del 2010.
Eravamo un buon numero di partecipanti nonostante il periodo di ferie e siamo arrivati a destinazione con tutta tranquillità e con un clima finalmente propizio (anche se al mattino non proprio caldo). Tra l’altro, a differenza della prima volta, eravamo un po’ più organizzati e siamo arrivati all’imbocco della zona da una parte diversa e maggiormente segnalata.
Fatti i quattro salti di rito (con qualcuno che è anche sprofondato con un piede nell’abbondante melma, simil sabbie mobili, che ricopriva il terreno), fatte foto e riprese, ci siamo poi inerpicati in una sorta di Vespa-cross lungo le stradine sterrate, tra la fitta vegetazione, alla ricerca di un posticino per pranzare al sacco.
Non abbiamo impiegato molto a trovarlo, ma accidenti quante zanzare tigre che volevano anche loro aggiungersi al banchetto! Meno male che i più attrezzati hanno condiviso il repellente e siamo così riusciti a pranzare tranquilli.
A seguire, un buon gelato ad Ivrea ed un caffè per altri facendo quattro chiacchiere prima della ripresa del viaggio di rientro.
Una giornata molto easy, senza grandi pretese, anche perché si trattava di una gita dell’ultimo minuto senza programmazione.
Si segnalano: due Vespe ronzanti che hanno deciso di attaccare i rispettivi vespisti in sella alle loro “cugine” rombanti ed una foratura che con tempi da pit stop è stata brillantemente risolta senza problemi.
Che dire ancora?...Alla prossima gita!